Il credito d’imposta formazione, che si inserisce nell’ambito del Piano Nazionale Transizione 4.0, è un intervento finalizzato al supporto della trasformazione digitale del nostro sistema produttivo.

L’obiettivo – descritto in una nota che il Mise ha diffuso il 16 marzo - è lo sviluppo delle competenze dei lavoratori, per assicurare un efficace utilizzo delle nuove tecnologie applicate ai processi produttivi e ai singoli modelli di business aziendali.

La misura si sostanzia in un credito d’imposta a favore delle imprese che effettuano percorsi formativi sulle tecnologie abilitanti il paradigma 4.0. Per la Piccola Impresa, aliquota del 50% e disponibilità fino 300 mila euro, Per le Medie Imprese, aliquota del 40% e massimali a 250 mila euro. Per le grandi Imprese aliquota del 30% e beneficio massimo di 250 mila euro.

L’attività formativa deve essere destinata al personale dipendente dell’impresa beneficiaria e deve interessare uno o più dei seguenti ambiti aziendali: vendita, marketing, informatica, tecniche e tecnologie di produzione (i settori nei quali svolgere la formazione sono elencati nell’Allegato A della legge di Bilancio 2018). Maggiori informazioni al link: https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/credito-d-imposta-formazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.